Destino: Eivissa

IMG_8044

Quando si decide di andare ad Ibiza si sa che la giornata tipo si articola al contrario rispetto al consueto: il mattino si dorme e la notte si fanno bagordi, tra party e serate nei vari locali.

Ma se sei una malata di mente, che ha dovuto rinunciare ai primi tre mesi estivi di mare, può venire Martin Garrix in persona a suonare ogni giorno a casa tua, ma massimo alle 2 si va a letto ‘che alle 8 bisogna svegliarsi per andare in spiaggia!!!! Di recente ho concluso che questa dipendenza da iodio sta diventando una limitazione alquanto ingombrante per il corretto svolgimento di una vita moderatamente equilibrata.

Per cui, per questo mio secondo soggiorno nella isla mi ero prefissata di godermi più le calette e la città e meno i cocktails e i panini alle 8 del mattino! Mi è dispiaciuto solo per il mio amore, costretto a seguirmi in questa mia “pazzia” e a rinunciare alla vacanza da adolescente…però da Martin Garrix l’ho portato e gli ho anche lasciato liberissima uscita! Che non si dica MAI che sono una scazzabottoni!

Chiaramente siamo arrivati noi ad Ibiza e il tempo ha pensato bene di mettersi al peggio e di cominciare a piovigginare. Poco male, perché così abbiamo visitato tutta Dalt Vila, ossia la parte storica della città, nonché la più affascinante, senza liquefarci.

Non voglio tediarvi con la descrizione dei paesaggi magnifici di cui si può godere dalla parte più alta, né spoilerare la bellezza delle viottole, dei volti degli autoctoni e della architettura creata dai fiori che solo qui si può ammirare, per cui mi limito a suggerire caldamente di svegliarsi presto almeno una mattina (o un pomeriggio) ed esplorare tutta questa parte per bene.

IMG_8037IMG_8064

Mentre eravamo sul cocuzzolo ci ha sorpresi un bell’acquazzone; abbiamo trovato riparo sotto un palcoscenico e certo non potevo esimermi dall’immortalare il momento! Finalmente sono riuscita a fare una foto in cui il mio amore sorride e dove non sembra che lo stiano conducendo alla ghigliottina!

IMG_8578

Dal secondo giorno in poi l’isola è stata clemente e ci ha regalato il sole e quindi, dajela a girare tuuuuutte le calette! E Las Dalias, lo storico mercatino vintage vicino Santa Eulalia :)))

Per arrivare ad alcune cale abbiamo dovuto rotolare e poi rinunciare a milza e polmoni per riuscire a risalire verso la macchina; in altre, dopo aver affrontato la dura realtà dell’affitto di un lettino a 120 euro con consumazione minima di 200, ci siamo spalmati come lucertole al sole allietati dalla visione di centinaia di persone che hanno trascorse ore ed ore a fare selfie o a sfoderare il loro miglior sorriso “da foto” da postare su Instagram. Disquisizioni sociologiche infarcite di riflessioni volgari e fataliste come se fossimo a un dibattito filosofico.

Mi sono permessa di chiedere qualche foto anche io, e quello che ho ottenuto è stato solo il rischio di capitombolare giù dalla scogliera con Dario che si sbellicava dalle risate e continuava ad inveire contro le cacciatrici di likes!

IMG_1814

IMG_1890

Fortunatamente c’era tra noi qualcuno abile a fare qualche scatto, e al Café del Mar a  Sant Antony de Portmany sono riuscita ad evitare il quartotordicesimomila selfie e a strappare al bruto questa bella foto di noi due con il sole sullo sfondo, poco prima che tramontasse e si buttasse nel mare…

…romanticume!

IMG_8386

Le giornate sono state un succedersi di ricerca della best caletta e della best paella. La paella l’abbiamo trovata, squisitamente divina, nel cuore di Ibiza, al ristorante la Brasa.

Eh si! Ho peccato di nuovo di ingenuità e vanesia, e ho supplicato Dario di scattarmi due mini micro fotine…dal mio dito alzato in segno di bacchettamento capite che non è stato affatto facile. D’altronde si sa, bisogna nascere col “culo” nella vita; io non avevo ben capito il senso di questo modo di dire quando ero piccola e avoglia a rubà le orecchiette crude a mia nonna per farmelo crescere! Il risultato è che continuo ad avere la nuvoletta di Paperino in testa e in più il fastidio dei jeans che mi vanno stretti sulla chiappa ed enormi in vita! Ma va bene così, mica possiamo essere tutti uguali no?!

IMG_8216
Wearing: Long shirt: MaxMara; Top: Zara; Pants: H&M; Espadrillas: Primark; Long Necklace: Topshop; Bag: Fendi

IMG_8209

Per il mare, invece, l’unico modo per sguazzare in una piscina naturale è stato salire sulla barchetta ed andarcene a Formentera: pandino, mare cristallino e sabbia soffice come la farina…ennesimo cielo! …E Dario gabbato e colto in flagranza di ammmmore dalla Go-Pro muaahahha!!!

DCIM100GOPRO

♥ ♥ ♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...