My on the road with Mami: preparationsūüďĚ

A circa una settimana dal mio rientro dalla California certo non posso dire di essermi ripresa totalmente. Prima di tutto per il jet-lag, per cui ormai vengo ampiamente presa in giro, e a causa del quale dormo si e no tre ore per notte, e trascorro la restante notte/giornata come una sbandata!

E poi perché mi manca; soprattutto quando penso che ho fatto appena in tempo a viverla e a godermela prima che gli incendi degli ultimi giorni cominciassero a devastarla.

Tutto ha avuto inizio quando io e mia mamma abbiamo deciso che era arrivato il momento di fare quel viaggio mamma-figlia cui pensavamo da tempo, con destinazione ancora da definire. Questo, unito alla mia curiosit√† atavica per l’America e per tutto ci√≤ che √® americano, e al sogno di fare un gran bel on the road, ci ha inevitabilmente portate ad orientare le opzioni alle varie destinazioni U.S.A.

Alla fine la scelta √® ricaduta sulla California (such a surprise!ūüėŹ) e dopo svariate comparazioni tra compagnie aeree e servizi offerti, Alitalia ha avuto la meglio. Non vi dico l’emozione quando ho cliccato quel bellissimo e lucente tasto “paga ora”.

Quando fai tanti viaggi quasi dimentichi quello che si prova a fare questo acquisto; l’emozione che rivela tutti i sogni che hai fatto su quella meta, tutti quei luoghi che guardavi trasognata sulle pagine dei giornali, in TV o sui vari social, le colonne sonore dei film ambientati in questi posti che ti rimbombano nel cervello. Senti tutta l’adrenalina che hai in corpo che inizia a ribollire e comincia lentamente ma violentemente ad agitarsi dentro di te. √ą il mio secondo viaggio oltreoceano e sono felice di poter sentire e cogliere ancora queste sensazioni, come una bambina la notte di Natale! Spero solo di poterne godere sempre e di non lasciare sottovalutare mai e poi mai questi piccoli e saporiti momenti.

Purtroppo, se si decide di far tutto da soli, il viaggio negli Stati Uniti comporta anche un bel p√≤ di documenti da fare e di rotture da affrontare. Ma quando la motivazione √® forte, niente e nessuno pu√≤ essere d’ostacolo. Per chi √® ossessivo come la sottoscritta questa fase potrebbe essere molto tediosa, perch√©, facendolo per la prima volta e volendo essere certa di non dimenticare nulla e di non lasciare niente al caso, ho passato interi giorni a leggere vari forum sui viaggi, a monitorare le offerte delle compagnie di assicurazioni e di noleggio macchine, e a fare ulteriori ricerche per essere sicura di includere tutto quello che ci sarebbe servito una volta negli States.

Comunque non ne sarei uscita viva senza I preziosissimi consigli del blog viaggi-USA.it, cui pi√Ļ volte ho fatto capo in fase di organizzazione dei preliminari e anche durante l’intera durata del viaggio!!! Grazie grazie grazie!

Primo step da affrontare: documenti di viaggio. Per i Paesi aderenti al programma Viaggio senza Visto infatti, per poter entrare negli Stati Uniti √® necessaria l’ESTA, Electronic System for Travel Authorization, che consente al governo americano di esaminare i viaggiatori prima di concedere loro l’autorizzazione ad entrare nel Paese. Il procedimento √® molto semplice, basta andare sul sito ufficiale https://esta.cbp.dhs.gov/esta/, selezionare “new application” o “check existing application” a seconda siate in possesso di una Esta ancora valida o che dobbiate farla nuovamente, e seguire i vari passaggi. L’Esta ha validit√† due anni, per cui se la vostra non √® ancora scaduta dovrete solo ricordarvi di aggiornarla. Se invece dovete farla ex novo il costo √® di 14$. Al termine della procedura riceverete poi una mail in cui verrete avvisati se la vostra richiesta √® stata accettata, dopodich√© non resta che rientrare con le vostre credenziali (numero di passaporto e numero di riferimento univoco della domanda, assegnato nel momento in cui si inoltra la richiesta) sul sito, scaricare e stampare il modulo.

Secondo step: assicurazione sanitaria. Negli Stati Uniti non esiste una vera e propria copertura nazionale per cui, se malauguratamente dovesse occorrere qualche incidente mentre si √® l√¨, bisogna pagare visita e ricovero a pezzi molto, ma molto molto alti. L’assicurazione sanitaria √® quindi assolutamente necessaria. Dopo varie ricerche e aver letto numerose recensioni in giro sul web, ho scelto di stipulare la nostra polizza con la Columbus (columbusassicurazioni.it), un’azienda con una vasta e riconosciuta esperienza nell’ambito delle polizze assicurative. In questi casi √® sempre consigliabile scegliere compagnie affidabili, con una lunga tradizione alle spalle, in modo da essere maggiormente tutelati ed evitare brutte sorprese. Oltre alla copertura delle eventuali spese mediche, la maggior parte delle compagnie propone dei pacchetti che includono anche opzioni come la copertura in caso di smarrimento del bagaglio o di ritardi o cancellazioni del proprio volo. Io ho scelto la formula “Assistenza Bagaglio Cancellazione” che prevede assistenza h24, copertura illimitata per le spese mediche, smarrimento bagaglio fino a 2000‚ā¨, spese per rientro anticipato e tutela legale, ad un costo di 75,5‚ā¨ a persona.

Terzo step: noleggio dell’auto. Anche qui i siti di comparazione fioccano, per cui, sempre guidata dai ragazzi di viaggi-USA, ho ristretto la scelta a Rentalcars (rentalcars.com) ed AutoEurope (www.autoeurope.it), optando poi per quest’ultima. Di nuovo, nella scelta della compagnia di noleggio mi sono affidata alla tradizione e all’esperienza nel settore e ho preferito prenotare con Alamo. Quando si noleggia l’auto in America bisogna far attenzione che la polizza includa la Collision Damage Waiver (CDW), anche chiamata LDW, Liability Damage Waiwer, che consente di essere coperti in caso di danni o perdita dell’auto e il recupero con carro attrezzi, che non sempre √® compreso. Questo a volte si trova all’interno di un pacchetto chiamato Roadsafe e che comprende altri servizi come recupero chiavi o assistenza immediata in caso di problemi agli pneumatici o di rifornimento benzina. Io consiglio inoltre di aggiungere sempre almeno un guidatore aggiuntivo: gli spostamenti possono essere molto lunghi e le strade veramente snervanti, per cui un cambio √® sempre un sollievo ūüėĆ nonch√© cosa buona e giusta!!! In genere comunque quasi tutti i preventivi prevedevano nel prezzo almeno un guidatore aggiuntoūüėČ Nella polizza che avevo stipulato dall’Italia avevo scelto una compact e nella copertura era incluso, oltre alle opzioni che vi ho elencato, chilometraggio illimitato e assistenza stradale base; una volta arrivate alla sede Alamo di Los Angeles, al momento del check in, per soli 145$ in pi√Ļ abbiamo acquistato la copertura totale, che ci avrebbe assicurate anche nel caso in cui “un sassolino avesse colpito la macchina” (testuali parole di Maria)! E Mar√≠a ci ha anche assegnato una MidCar,le stavo ccioppo simpatiche!

Fatto questo, sono passata alla definizione del programma di viaggio, lasciando comunque un ampissimo margine di libert√† in modo da poter decidere , una volta in loco, cosa √® quando fare le varie cose in base al clima e alle nostre esigenze. Ho prenotato solo le prime notti e poi ci siamo messe ad aspettare trepidanti il giorno della partenza, in cui finalmente mi sono rilassata un p√≤ in aereo…sempre con i miei amatissimi Minions portafortunaūüėć

Seguitemi nei prossimi post per restare aggiornati con le varie tappe e del nostro on the road…prometto anche qualche altra dritta utile che potrebbe aiutarvi nel caso di un vostro prossimo viaggio!

¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†ūüĖ§ūüĖ§ūüĖ§

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...